Assicurazioni viaggio: ecco come funzionano

Chi si appresta a intraprendere un viaggio – che sia per motivi di lavoro o per semplice piacere personale – non può fare a meno di prendere in considerazione la possibilità di fare affidamento su una polizza assicurativa. Prima di partire, insomma, è consigliabile pensare a una polizza che garantisca la migliore tutela possibile rispetto ai molti potenziali inconvenienti con cui si potrebbe avere a che fare mentre ci si trova lontano da casa. Sul mercato è possibile trovare numerose proposte da questo punto di vista, tenendo conto del fatto che la maggior parte delle compagnie mette a disposizione dei propri clienti coperture dedicate: da Columbus Direct a Erv, da Axa Assistance ad Allianz Global Assistance, c’è – come si suol dire – solo l’imbarazzo della scelta.

Per chi è in cerca di un’opportunità all’insegna del risparmio, d’altro canto, può essere utile provare a esplorare il web per individuare la migliore assicurazione viaggio online: su Internet, infatti, è possibile richiedere diversi preventivi vantaggiosi, ottenendoli senza impegno e in maniera totalmente gratuita, in modo tale da poter conoscere le soluzioni più attraenti sul piano economico. 

Se, invece, non si vuole fare a meno delle offerte delle compagnie tradizionali, si può fare riferimento al Travel Care di Allianz Global Assistance, con prezzi che partono da 15 euro, o – sempre con la stessa compagnia – al Travel Business, con tariffe da 35 euro in su. Ancora meno costose sono le coperture di cui si può beneficiare rivolgendosi ad Axa Assistance, con lo Schermo Totale a partire da 5 euro e 16 centesimi e la Protezione Base a partire da 3 euro e 30 centesimi. Ovviamente, così come accade per qualsiasi altra polizza assicurativa, i costi salgono a mano a mano che aumenta il livello di protezione e di tutela rispetto agli imprevisti.

Vale la pena, in ogni caso, di riflettere sulla convenienza delle assicurazioni viaggio e sui numerosi vantaggi che esse garantiscono, non solo sotto il profilo economico ma anche sotto il profilo prettamente pratico. Basti pensare alla comodità di poter contare su un’assicurazione viaggio da lavoro, che si dimostra molto interessante per tutte le occasioni in cui, per ragioni professionali, si è costretti a sobbarcarsi una trasferta. Ma, ovviamente, ci sono polizze che possono essere sottoscritte anche quando si viaggia per diletto, per andare in vacanza o per qualsiasi altro motivo. Insomma, che ci si stia recando in Svizzera, in Gran Bretagna o negli Stati Uniti, è sempre meglio proteggersi e tutelarsi con una polizza ad hoc.

Lascia un commento