Arredo bagno in stile shabby chic: 5 consigli

Il bagno è una delle zone più importanti di un’abitazione, anche se spesso si commette l’errore di darne poca rilevanza. Se avete intenzione di arredare il vostro bagno con uno stile glamour, elegante e raffinato, allora dovete optare per un design shabby chic.
Questo stile si contraddistingue per le linee vintage, con componenti d’arredo di recupero e molta sobrietà.
Ma come si arreda un bagno in stile shabby chic?
Ve lo diciamo noi, in questa guida, attraverso 5 consigli.

1. Pareti tinteggiate

In un bagno shabby chic, il nostro consiglio è quello di non usare le piastrelle in ceramica per arredare le pareti, in quanto poco consone con questo stile. Optate per una classica vernice ed utilizzate sempre dei colori molto tenui. Noi vi consigliamo l’avorio, o il color crema. Se amate le tonalità pastello, potete osare anche con un azzurrino o un colore più rosato. Attenzione: mai tinte vivaci, ma sempre colori molto soft.

2. Mobili di recupero

I mobili di recupero sono un marchio di fabbrica dello stile shabby chic. Per procurarseli, basta andare in un negozio di antiquariato. Potreste trovare, ad esempio, un bellissimo mobile da utilizzare come porta asciugamani. O uno specchio antico a cui dar nuova vita. La cosa importante è svecchiare il più possibile i mobili, per dare un tocco retrò a tutto l’ambiente. Un consiglio: se non avete idea di quali componenti d’arredo utilizzare, fatevi aiutare da dei professionisti del shabby chic. Ce ne sono tanti in giro per l’Italia. Ad esempio, se abitate in Lombardia, cercate degli esperti che si occupano di arredamento shabby chic a Milano e l’effetto vintage sarà assicurato.

3. Usate una vasca

La vasca da bagno è un must nello shabby chic. Sicuramente può non essere funzionale come la doccia, ma certamente è pertinente con lo stile che avete scelto. Installare una vasca, possibilmente dalla struttura non troppo moderna, servirà a fare da collante con tutti i componenti d’arredo shabby chic che avete scelto. E poi, volete mettere un bel bagno caldo dopo una lunga giornata di lavoro?

4. Materiali shabby chic

Quali sono i materiali da utilizzare in un bagno shabby chic? Senza dubbio non può mancare il legno, davvero caratteristico e poco affine alla modernità. Inoltre, potete optare anche per i metalli, sia per l’appendiasciugamani che per il contenitore del sapone. Insomma, sta a voi decidere.

5. Accessori

Gli accessori sono la ciliegina sulla torta di ogni tipo di arredamento. Nel vostro bagno, potete sicuramente sbizzarrirvi. Potete, ad esempio, mettere alcuni vasi di fiori qua e là, in modo da donare un caratteristico profumo a tutto l’ambiente. Oppure, potete optare per delle classiche candele profumate e colorate, che tanto ricordano il design shabby chic. Largo alla fantasia insomma!

4 segreti per scegliere un lampadario a sospensione

Quante volte vi è capitato di ammirare dei bellissimi lampadari a sospensione e pensare di volerne anche voi uno simile a casa vostra? I lampadari a sospensione sono graziosi oggetti d’arredo che donano un tocco in più alla luminosità di una stanza. L’errore, però, è sempre dietro l’angolo. Vi sarà capitato anche a voi di trovarvi davanti lampadari dalla luminosità o grandezza sbagliata, soprattutto se la loro tipologia è a sospensione.

Per questa ragione abbiamo deciso di svelarvi quali sono i 4 segreti per scegliere il lampadario a sospensione che più fa al caso vostro.

1. Valutate il soffitto

La vostra casa ha un soffitto molto alto? Allora il lampadario a sospensione è perfetto per voi. In questo caso potete sceglierlo anche molto grande, in quanto dona un tocco in più al vostro ambiente. Se invece il soffitto è relativamente basso, potete comunque optare per questa tipologia di lampadario. L’effetto è assicurato: la vostra stanza ricorderà uno dei tipici loft americani, accoglienti e di tendenza.

2. Valutate la sua luminosità

La luminosità non può essere sempre la stessa per ogni tipo di lampadario e per ogni stanza. Avete intenzione di inserire questo oggetto d’arredo nella vostra camera da letto? Il nostro consiglio è quello di optare per una luce soffusa ma sempre molto gradevole. Volete invece utilizzarlo in salotto? In questo caso potete anche optare per una luminosità più incisiva che possa ammaliare e colpire i vostri ospiti.

3. Attenzione alla lunghezza

Il lampadario a sospensione necessita di una grande accortezza nel momento in cui si sceglie la sua lunghezza. Di norma, il lampadario dovrebbe detenere non meno di un quarto della distanza tra soffitto e pavimento. Abbiate cura di valutare la lunghezza per non incorrere in inconvenienti dovuti a scarsa luminosità.

4. Sbizzarritevi!

Nel mercato della vendita lampadari online, esistono diverse tipologie di elementi d’arredo. Per questa ragione, il nostro consiglio è: osate il più possibile. La vostra casa deve differenziarsi dalle altre anche per l’originalità dell’arredo e per il vostro gusto personale. Evitate di optare per i soliti lampadari già visti e rivisti troppe volte. Se, ad esempio, avete intenzione di arredare la vostra stanza con un design molto semplice ed essenziale, il vostro lampadario a sospensione dovrà essere l’assoluto protagonista. Quindi, sbizzarritevi!

Aria di primavera: i fiori più belli della stagione

Quando la bella stagione inizia a fare capolino si risveglia anche il desiderio di restituire colore all’ambiente che ci circonda, riprendendo possesso degli spazi vissuti quotidianamente. Portare un tocco di primavera in casa aiuta a impreziosire l’arredamento domestico e a profondere una percezione più solare del proprio comfort estetico. Nessuna cosa meglio dei fiore incarna lo spirito e l’essenza primaverili; ordinare fiori a domicilio o acquistarli sotto casa è semplice e rapido, selezionare quelli più adatti è più complicato. Ecco allora qualche consiglio utile sui fiori primaverili più adatti per l’arredamento.

Margherita

La margherita è probabilmente l’icona più immediata dell’immaginario primaverile: sbarazzina, leggiadra e dalle colorazioni che evocano purezza e semplicità. Fiori di campo in grado di portare luce e allegria in qualunque tipo di ambiente.

Calla

Dalle stesse colorazione della margherita ma con uno stile decisamente differente, la calla fiorisce in primavera e dischiude la sua livrea candida nel mesi di marzo e aprile, concedendosi in tutta la sua eleganza chic e seducente; un fiore caratterizzato da un aspetto sobrio e raffinato.

Viola

Lineamenti semplici e una colorazione accesa, portatrice di entusiasmo e dalle sfumature caleidoscopiche, la viola è un fiore fortemente evocativo, perfetto sia per gli interni che per balconi, terrazze e cortili.

Giacinto

Il giacinto esiste in diverse colorazioni, dal rosa al violetto passando per blu, giallo e rosso. Un fiore dall’aspetto deciso e dal temperamento forte, intenso e perfetto per riempire spazi ampi, sia da solo che raccolto in un mazzo sfavillante e ricco di colorazioni.

Tulipano

Come il giacinto, anche il tulipano si concede in varie vesti, tutte dalle tinte accese e allegre. Il fiore simbolo dei Paesi Bassi si riconosce immediatamente, con i suoi petali raccolti e stretti verso l’alto e contraddistinti da sfumature delicate e ricche di fascino; un fiore in grado di far risaltare l’intero ambiente che lo accoglie e di esaltarsi con la giusta esposizione luminosa.