6 consigli per un divorzio collaborativo

Nella mente di molte persone, divorzio e processi giudiziari sono inseparabili come il fumo e il fuoco. Qualche decennio fa, questo era il caso. Fortunatamente, oggigiorno ci sono altre opzioni, vale a dire un divorzio collaborativo, in cui le coppie sposate non devono fare la guerra l’una contro l’altra in tribunale.

Dopo l’adozione della legge sul divorzio negli anni Settanta, il tasso di divorzio salì alle stelle. Un rapporto di ricerca negli USA, nello specifico nell’Università della Virginia del 2019 ha rivelato circa 3 divorzi ogni 1.000 donne sposate negli anni ’60. Negli anni ’70, questa cifra è salita a 4,5 e 5,5 negli anni ’80.

Questi risultati suggeriscono che il divorzio era sempre più visto come un’opzione praticabile per le donne; si sentivano più forti, guadagnavano più soldi e si sentivano come se avessero più possibilità anziché vivere con il proprio partner per motivi prettamente economici. 

Cos’è un divorzio collaborativo?

Come ci spiega un noto avvocato matrimonialista Verona, un divorzio amichevole non significa essere migliori amici del tuo ex (che presto sarà) e piacersi a vicenda. Non prenderesti in considerazione il divorzio in primo luogo se la tua relazione fosse amorevole.

Nel contesto della fine del tuo matrimonio, “amichevole” significa “civilizzato”. Si tratta di risolvere le controversie in un ambiente favorevole e produttivo.

Un divorzio pacifico in realtà non è così difficile da ottenere se entrambe le parti sono disposte a fare uno sforzo. Probabilmente hai sentito parlare del disaccoppiamento cosciente, ad esempio, o della mediazione del divorzio o dei divorzi Pro Se (fai-da-te). Per sapere se uno di questi processi alternativi è giusto per te, considera questi sei passaggi chiave per garantire un processo agevole e amichevole e non dimenticare di chiederti: tu e il tuo coniuge ne siete capaci?

Avere una mente aperta per la negoziazione

L’onestà e l’apertura sono le basi di una negoziazione di successo. Se una delle parti inizia a nascondere informazioni preziose, beni, entrate, ecc., Non funzionerà. Concorda fin dall’inizio di essere sincero su tutti gli aspetti del tuo divorzio. Altrimenti, tutti i tuoi sforzi saranno inutili.

Una cosa è dire che sarete onesti entrambi, un’altra è sapere che lo sarete. Se il tuo coniuge ha precedenti di inganni, tradimenti o cose nascoste, scegli un approccio più tradizionale al divorzio. Assumi un avvocato che sia un buon negoziatore per tuo conto.

Naturalmente, in qualsiasi divorzio, nessuno di voi otterrà esattamente ciò che desidera. Non aspettarti che il tuo coniuge sia d’accordo con tutto ciò che suggerisci solo perché pensi che sia ragionevole. A volte il loro punto di vista può differire dal tuo e dovrai accettarlo.

Durante le negoziazioni, la cosa più importante è rimanere concentrati sui punti chiave che detengono l’interesse più significativo per entrambi. Di quanti soldi avresti bisogno per soddisfare adeguatamente le tue esigenze dopo il divorzio? Il tuo coniuge (o tu) potrebbe permettersi di pagare gli alimenti (sostegno al coniuge) e il mantenimento dei figli? Tu e il tuo partner dovete affrontare attentamente tutti i dettagli insieme e prendere una decisione congiunta. Questa è l’essenza dei negoziati pacifici, giusto?

Concentrarsi sul risultato auspicabile.

Riesci a ricordare perché ti sei sposato in primo luogo? Eri innamorato e pieno di speranza per camminare mano nella mano attraverso la vita finché la morte non ti separa. Sfortunatamente, non tutti noi possiamo raggiungere questo obiettivo lontano.

Da allora non è cambiato nulla, tranne che i tuoi obiettivi ora sono diversi. Hai già determinato cosa vuoi veramente da questo divorzio? In caso contrario, è giunto il momento di iniziare a capirlo. Ma se sai dove stai andando, non lasciare che le emozioni negative ti portino fuori strada.

Un divorzio collaborativo è tutto basato sull’atteggiamento. Riduci la tensione al minimo e tieni gli occhi sul tuo obiettivo.

Prenditi del tempo per riflettere sulla tua vita dopo il divorzio. Ci vedi la tua ex? Dopo un divorzio amichevole, molte coppie rimangono amiche e talvolta trascorrono del tempo con i loro figli come nucleo familiare. Devi essere d’accordo sul fatto che uno scenario del genere è più piacevole che combattere senza fine su ogni sorta di cose.

Agisci in base a ciò che è fondamentale per te e ignora tutto il resto. Risolvi le controversie in modo pacifico e assicurati che la tua comunicazione sia positiva.

Trattatevi l’un l’altro con rispetto.

Un divorzio incontrastato è possibile solo con rispetto e cortesia reciproci. Sia tu che il tuo coniuge siete adulti e potete comportarvi di conseguenza. Non è così impegnativo come potresti aspettarti.

Inizia con uno stato d’animo positivo e rimani concentrato sul mantenere la calma. Inoltre, ascolta attentamente il tuo coniuge e considera i suoi suggerimenti. Non lasciare che le tue emozioni prendano il sopravvento.

Ogni volta che hai voglia di perderlo per la rabbia, fai un respiro profondo e fermati prima di dire o fare qualsiasi cosa. Considera le conseguenze a lungo termine: la tua azione attuale migliorerà la situazione in qualche modo? In caso contrario, rinunciarci. Né tu né il tuo coniuge vincerete se continuate a insultarvi a vicenda invece di risolvere le controversie.

Mostra un comportamento civile. Non parlare male del tuo partner di fronte ai tuoi figli e ai tuoi parenti. E soprattutto, non spettegolare su di loro sui social media. Intratterrai solo il pubblico e riceverai in cambio ancora più sentimenti negativi. Tali azioni inoltre non ti aiuteranno a mantenere un divorzio amichevole.

Pensa ai bisogni dei tuoi figli.

Il divorzio colpisce tutti nella tua famiglia, e in particolare i bambini. Sono molto sensibili a qualsiasi cambiamento di umore e atteggiamento tra i loro genitori. Ricorda te stesso durante l’infanzia e quali sensazioni che provavi.

Ora immagina quanto sia terrificante per un bambino affrontare una rottura familiare. Non vuoi aggravare ancora di più la situazione litigando con l’altro genitore, vero? Al contrario, vuoi proteggere i tuoi figli e farli sentire amati sia da te che dal tuo ex.

Impara a fidarti di te stesso per essere un buon genitore. Lo stesso vale per il tuo partner. È ora di allentare la presa e smettere di controllare tutto e tutti intorno. Ogni buon genitore alleva i propri figli con una posizione di amore e il desiderio di rendere felice la propria vita. Non sarai mai in grado di comunicare bene con i tuoi ex se non ti fidi di loro per crescere i figli.

I bambini hanno bisogno di vedere i loro genitori trovare un terreno comune e comportarsi in modo civile ogni volta che si incontrano. Può fare un’enorme differenza per la salute emotiva di un bambino.

Ottieni una consulenza educativa con un avvocato: non affrettarti ad assumerne uno.

Non puoi diventare il tuo avvocato divorzista abbastanza velocemente, nonostante quello che Google ti fa credere. Se stai pensando al divorzio, e soprattutto se hai figli, beni e / o debiti, ti invitiamo a redigere le tue domande e consultare un avvocato per ascoltare cosa dice la legge sulle tue circostanze. Fatelo prima di impegnarvi in ​​”come” divorzierete, o anche, “se” divorzierete.

Dopo essere stato informato sulla legge, puoi decidere se perseguire il divorzio fai-da-te, la mediazione, un divorzio online o un approccio più tradizionale che assuma un avvocato e il tuo coniuge fa lo stesso.

Perdona e dimentica.

Probabilmente penserai: “Come posso dimenticare tutte quelle volte in cui ho subito un torto durante il mio matrimonio? E perché dovrei? Ora, voglio giustizia. ” Bene, indovina cosa? Un simile atteggiamento non ti porterà altro che sofferenza.

Non ci sono vincitori nel divorzio. E non ti sentirai meglio se continui a incolpare il tuo partner del fallimento del tuo matrimonio. Sii più saggio di così. Una farfalla pensa a quando era un bruco? No, spiega le ali e vola. Quindi, invece di concentrarti sul tuo passato e discuterne, scegli di agire per aiutarti a recuperare e andare avanti.

Impara come aiutare te stesso a piangere le perdite che subisci, scegli di vivere nel presente e pianifica il futuro imminente.

Lascia un commento