urna cineraria

Urna cineraria, tutto quello che c’è da sapere

Si dice urna cineraria ma dietro c’è un mondo intero da scoprire. Ne esistono svariate tipologie che assolvono tutte alla funzione primaria, ovvero quella di raccogliere le ceneri di una persona venuta a mancare. L’urna può essere di diversi materiali, come la pietra o anche il marmo, ma anche il bronzo e la ceramica, così come il vetro e l’alabastro. In genere si tratta di un vaso che ha forma circolare ed è costituito da una base più ampia, di forma concava, che raccoglie le ceneri funerarie.L’urna ha anche un coperchio che viene sigillato e saldato al resto del vaso. La saldatura è indispensabile affinché le ceneri del defunto non siano disperse in modalità non previste dalla legge. La normativa vigente, infatti, non consente di disperdere le ceneri funerarie senza l’autorizzazione delle autorità preposte. Infine ,sul fronte dell’urna possono essere indicati i dati anagrafici del defunto.

Urna cineraria, come sceglierla

Le imprese funebri che si occupano della gestione del funerale, di cremazione e di tumulazione ,come Verano Servizi, offrono in genere ai propri clienti una vasta gamma di urne cinerarie, in materiali differenti e di tipologie anche molto diverse tra loro. Inoltre, spesso, viene data anche la possibilità di una reale personalizzazione dell’urna, che è sempre molto apprezzata. Ad esempio, potremmo preferire un’urna funeraria realizzata in e magari intarsiata con delle decorazioni particolari e simboliche.

Urna cineraria, dove collocarla

L’urna cineraria che secondo quanto disposto dalla legge deve essere costituita da materiale infrangibile, andrà collocata dove prevede la normativa. Nello specifico, un’urna cineraria può essere collocata dentro o anche fuori dal cimitero e in altro luogo. Tuttavia, in quest’ultimo caso, è la legge a prevedere le collocazioni.

Viene infatti consentita, in via ordinaria, la collocazione fuori dal cimitero:

  • in caso di tumulazione nella cappella gentilizia (esterna al cimitero);
  • nel caso in cui le ceneri siano affidate alla famiglia per la loro conservazione;
  • nel caso di una sepoltura privilegiata in edifici pubblici, luoghi di culto.

La tumulazione al cimitero

Quando, invece, l’urna cineraria viene collocata nel cimitero, si può provvedere alla tumulazione dentro una nicchia, un loculo o comunque uno spazio adibito a questa funziona all’interno della struttura cimiteriale. È il Comune a decidere le tariffe relative alla conservazione dell’urna cineraria dentro il cimitero, sia che si tratti di un privato che di un’associazione.

Lascia un commento