Dungeons e Dragons online: cosa c’è da sapere

Negli ultimi anni l’avvento delle tecnologie e in particolar modo di internet ha permesso a giovani e meno giovani di scoprire un mondo del tutto nuovo, un mondo virtuale dove potersi rifugiare dallo stress quotidiano che sistematicamente ci colpisce. C’è chi preferisce condividere le proprie esperienze per messo social, c’è chi invece preferisce leggere il più e il meno sul web e c’è chi invece preferisce giocare. Ed è proprio in quest’ultima tranche che nell’ultimo decennio hanno scalato posizioni su posizioni i giochi MMO e i giochi MMORPG tra i quali spicca senza ombra di dubbio Dungeons e Dragon Online, tratto dall’omonimo gioco da tavolo che dal lontano 1976 accompagna soprattutto gli adolescenti durante i loro pomeriggi.

Scopriamo le origini del gioco

Come detto Dungeons e Dragons Online è un MMORPG di chiara natura fantasy che è stato pubblicato da Atari e Codemasters a fine febbraio 2006 e il nome originale era Dungeons e Dragons Online: Stormreach.
Esso è ambientato nel mondo di Eberron, in particolar modo nel continente di Xen’drik ove coesistono in modo perfetto elementi classici tipici del mondo fantasy e quelli magico tecnologici.
Come suggerito dal nome originale del gioco tutta l’azione si svolte nella città di Stormreach che a sua volta è divisa in aree ben specifiche:

  • Il Mercato
  • House Jorasco: controllata dagli halfling, ed è la casa di cura di Stormreach;
  • House Kundarak: controllata invece dai nani, ed è la banca di Stormreach
  • House Pharlan: controllata da elfi, ed è meglio conosciuta come la casa dello spionaggio
  • Il Porto
  • I Dodici: ovvero l’istituto arcano della città
  • House Denieth: che invece è controllata dagli umani, ed è la caserma di Stormreach.

Personaggi e razze presenti nel gioco

Come qualsiasi gioco ormai in circolazione esistono personaggi di etnie e classi differenti. Ovviamente, ed è giusto specificarlo anticipatamente, vi sono soggetti disponibili gratuitamente sin dall’inizio del gioco e altri invece a pagamento. Ma andiamo a vederli nel dettaglio:

Le razze gratuite disponibili sin dal principio:

I Nani;
Gli Umani;
Gli Halfing;
Gli Elfi.

Inoltre sono disponibili a pagamento:


I Mezzelfi;
I Mezzorchi;
I Drow.

Le classi disponibili gratuitamente ad inizio gioco:

Paladino;
Guerriero;
Ranger;
Bardo;
Ladro
Mago;
Stregone;
Barbaro.

L’unica classe disponibile a pagamento, invece, è quella del monaco che è disponibile sono per gli utenti che posseggono un account VIP. Insomma come avete visto si tratta di un gioco tutto da scoprire!

Lascia un commento