Ecco 4 suggerimenti chiave da tenere a mente su come scrivere uno script video aziendale

Oggi, i video aziendali a Milano, così come a Francoforte o in altre città commerciali è diventato una parte vitale di ogni strategia di marketing di successo. E perché non dovrebbe essere? Aiuta le aziende a promuovere il marchio e a mostrare il messaggio generale di fronte al pubblico target.

Non dovresti, tuttavia, trattare la sceneggiatura del tuo video aziendale come una sceneggiatura di un film. Il fatto è che non devi essere Aaron Sorkin o Charlie Kaufman per scrivere uno script video accattivante che possa attirare gli spettatori.

L’obiettivo è scrivere in modo creativo e mantenere vivo il messaggio dell’azienda. Dall’aggiunta di sfumature emotive a più punti della trama, le possibilità di sorprendere il pubblico sono infinite. Un breve script video scritto male, d’altra parte, avrà un impatto sul risultato dell’intero video.

Senza ulteriori indugi, ecco alcuni degli elementi consigliati, insieme a grandi esempi, su come scrivere uno script video per i video aziendali:

1. Concentrati sulla tua storia

Un ottimo esempio di script video aziendale dovrebbe concentrarsi sulla storia. Puoi cercare nell’oceano esempi di script di video esplicativi e capire come ogni video sottolinea un problema e quindi presenta una soluzione.

Non è come se dovessi creare un mistero hitchcockiano ad ogni giro del secondo. In effetti, assicurati che la tua storia sia divertente per conquistare il pubblico. Gli elementi del personaggio dovrebbero svolgersi in modo naturale senza un briciolo di finzione e serietà.

2. Mantenerlo breve

Per creare lo script di un video promozionale aziendale, è necessario mantenere breve la durata del video. Finché hai una storia interessante da raccontare, i pezzi cadranno al loro posto come un puzzle. Tuttavia, puoi prendere ispirazione dai cortometraggi contemporanei del settore per mantenere il motore delle idee in movimento.

Inoltre, la concentrazione assoluta sugli obiettivi chiave può aiutarti a comprimere la struttura del tuo script video esplicativo.. Al contrario, puoi esercitarti anche con un modello di script video di 60 secondi.

3. Comunicare con il pubblico

Lo script aziendale per un video dovrebbe essere in grado di comunicare visivamente con il pubblico. Allo stesso modo, per quanto le parole d’ordine o i gerghi sembrino divertenti, dovresti usarli minimamente in tutto il tuo script video aziendale. Il tuo obiettivo è convincere gli spettatori che puoi risolvere i loro problemi.

Inoltre, non dimenticare che stai parlando con gli esseri umani. Pertanto, adotta un approccio umano per scrivere la tua sceneggiatura senza sembrare un robot.

4. Semplifica e riformula il tuo script

Naturalmente, non vuoi confondere il tuo pubblico. Se sei da solo, trasmettere il messaggio aziendale principale ai tuoi visitatori mentre semplifichi la qualità del messaggio può essere un mal di testa. Ecco perché dovresti assumere un’azienda di produzione video aziendale per affrontare problemi che normalmente richiederebbero troppo tempo.

Puoi mettere le mani su un esempio di script video di YouTube per trovare una struttura semplice per il tuo script. Puoi aumentare ulteriormente la sceneggiatura e iniziare lo storyboard di ogni fotogramma.

Conclusione

Per essere sinceri, i servizi di produzione video possono basarsi sulle tue idee originali e creare effetti visivi, opzioni di voice over e stili testuali corroboranti basati sulla tua sceneggiatura.

Per scrivere una sceneggiatura coinvolgente, è necessario disporre di una strategia di base che integri l’intera campagna di marketing.

Chi scegliere tra le migliori Web Agency partenopee?

Ogni giorno nascono “finti creatori di siti web” pseudo agenzie che promettono mari e monti chiedendo talvolta prezzi assurdi nello sviluppo di un progetto web, che in termini di profitti portano a poco quanto niente.

Con la presente non vogliamo discriminare nessuno, ma il settore del web è un argomento abbastanza spigoloso, e complesso se non ci si affida a professionisti del settore. Bisogna trovare nello specifico un agenzia web che vanta un esperienza ventennale nella realizzazione di siti internet e progetti a lungo termine, che generino introiti veloci e con prezzi economici.

Trovare web agency davvero schiette è sempre diventato più difficile. Tutte chiedono solo soldi senza dare una minima garanzia nella realizzazione di un progetto web. Per garanzia intendiamo, se e quando inizieremo a portare a casa i risultati, soprattutto in termini economici.

Spesso nelle città partenopee (Caserta, Napoli, Avellino, Benevento e Salerno) molte agenzie si fanno “guerra” a chi realizza progetti a prezzi davvero assurdi. Una delle web agency più rinomate di Napoli e provincia è la: “Business Seo” che a differenza di altri, propone dei prezzi di partenza che possono variare in base alla categoria merceologica e/o complessità del mercato. Tutto questo proprio perchè a differenza di altri, si vuole dare una minima sicurezza al cliente, sia in termini di investimenti che di guadagni futuri.

Al contrario di tantissime altre agenzie di marketing e pubblicità presenti in rete, quelle partenopee forniscono un supporto “Amichevole” a tutti coloro che contattano per la creazione di un sito internet. Ma anzi potremmo addirittura dire, che offrono anche di più in quanto i Campani (ma anche tutto il resto del sud Italia), sono molto più “alla mano”, ascoltano le problematiche del cliente con più accortenza, e pianificano strategie e budget in modo da ottenere risultati anche sul breve termine.

Dei veri e propri “pianificatori di idee” in termini sopratutto economici. Sta di fatto però che in molti non fanno altro che cliccare i primi risultati che si trovano su Google, senza fare le opportune verifiche, trovandosi spesso scontenti, per gli importi spesi, e per risultati non raggiunti come prefissati in precedenza.

Se volete spendere tanto e trovarvi poi con un pugno di mosche tra le mani, è una vostra scelta! Noi vi consigliamo vivamente di cercare e valutare per bene prima di dare soldi ad uno sconosciuto…

Dungeons e Dragons online: cosa c’è da sapere

Negli ultimi anni l’avvento delle tecnologie e in particolar modo di internet ha permesso a giovani e meno giovani di scoprire un mondo del tutto nuovo, un mondo virtuale dove potersi rifugiare dallo stress quotidiano che sistematicamente ci colpisce. C’è chi preferisce condividere le proprie esperienze per messo social, c’è chi invece preferisce leggere il più e il meno sul web e c’è chi invece preferisce giocare. Ed è proprio in quest’ultima tranche che nell’ultimo decennio hanno scalato posizioni su posizioni i giochi MMO e i giochi MMORPG tra i quali spicca senza ombra di dubbio Dungeons e Dragon Online, tratto dall’omonimo gioco da tavolo che dal lontano 1976 accompagna soprattutto gli adolescenti durante i loro pomeriggi.

Scopriamo le origini del gioco

Come detto Dungeons e Dragons Online è un MMORPG di chiara natura fantasy che è stato pubblicato da Atari e Codemasters a fine febbraio 2006 e il nome originale era Dungeons e Dragons Online: Stormreach.
Esso è ambientato nel mondo di Eberron, in particolar modo nel continente di Xen’drik ove coesistono in modo perfetto elementi classici tipici del mondo fantasy e quelli magico tecnologici.
Come suggerito dal nome originale del gioco tutta l’azione si svolte nella città di Stormreach che a sua volta è divisa in aree ben specifiche:

  • Il Mercato
  • House Jorasco: controllata dagli halfling, ed è la casa di cura di Stormreach;
  • House Kundarak: controllata invece dai nani, ed è la banca di Stormreach
  • House Pharlan: controllata da elfi, ed è meglio conosciuta come la casa dello spionaggio
  • Il Porto
  • I Dodici: ovvero l’istituto arcano della città
  • House Denieth: che invece è controllata dagli umani, ed è la caserma di Stormreach.

Personaggi e razze presenti nel gioco

Come qualsiasi gioco ormai in circolazione esistono personaggi di etnie e classi differenti. Ovviamente, ed è giusto specificarlo anticipatamente, vi sono soggetti disponibili gratuitamente sin dall’inizio del gioco e altri invece a pagamento. Ma andiamo a vederli nel dettaglio:

Le razze gratuite disponibili sin dal principio:

I Nani;
Gli Umani;
Gli Halfing;
Gli Elfi.

Inoltre sono disponibili a pagamento:


I Mezzelfi;
I Mezzorchi;
I Drow.

Le classi disponibili gratuitamente ad inizio gioco:

Paladino;
Guerriero;
Ranger;
Bardo;
Ladro
Mago;
Stregone;
Barbaro.

L’unica classe disponibile a pagamento, invece, è quella del monaco che è disponibile sono per gli utenti che posseggono un account VIP. Insomma come avete visto si tratta di un gioco tutto da scoprire!

Come realizzare un buon cappotto termico? Alcuni consigli

Il cappotto termico è una soluzione che si utilizza per isolare la propria casa o un qualsiasi edificio, allo scopo di ridurre il dispendio energetico, con una influenza positiva anche sulla riduzione dell’inquinamento ambientale.

Si tratta di una soluzione molto adottata per l’isolamento ed è utile allora conoscere quali sono i principali errori cappotto termico che dovrebbero essere evitati per essere certi che l’isolamento funzioni al meglio.

1. Dimenticanza del profilo di partenza

La prima cosa da fare per applicare in modo corretto un cappotto termico è posizionare il profilo di partenza. Esso consente di avere una guida per l’applicazione dell’isolamento ed in sua assenza aumenta il rischio di andare incontro ad errori.

2. Errore nel posizionamento del pannello isolante

Un altro errore è quello che si può commettere al momento del posizionamento delle lastre del pannello. Innanzitutto esse dovrebbero essere posizionate partendo dal basso, inoltre esse dovrebbero avere una distanza di almeno 25 cm le une dalle altre.

3. Errore nel riempire le fughe

Attenzione a non dimenticate di riempire le fughe se queste sono più grandi di 2 mm. Se la fuga ha una larghezza fino a 5 mm si consiglia di sfruttare le proprietà isolanti di specifiche schiume sviluppate per questo scopo.

4. Esporre troppo l’EPS grigio

Uno degli errori cappotto termico più comuni è il non corretto utilizzo dell’EPS grigio e nello specifico una sua esposizione eccessiva.

Questo materiale isolante è infatti più delicato rispetto ad altri disponibili in commercio. A questa maggiore fragilità deve corrispondere anche una cura maggiore nel suo utilizzo.

5. Rete di armatura non incollata correttamente

La rete di armatura del cappotto termico deve essere posizionata ed incollata in modo corretto per ottenere un effetto finale ottimale. L’errore che si commette più di frequente è non eseguire la seconda rasatura, una dimenticanza che porta ad un isolamento di qualità inferiore rispetto a quanto ci si aspetterebbe.

Meno di frequente, ma capita anche questo, viene dimenticata la prima rasatura. Anche in questo caso il risultato finale è un isolamento peggiore del previsto.

6. Materiali isolanti diversi

Quando si parla degli errori cappotto termico, uno dei peggiori è quello di utilizzare dei materiali isolanti diversi per la realizzazione dell’isolamento. Il motivo risiede nel fatto che materiali isolanti diversi hanno caratteristiche differenti, soprattutto per quanto riguarda la loro capacità di adattamento a degli stress tensionali e a degli stress termici.

Proprio per questa ragione non bisognerebbe mai scegliere di utilizzare degli isolanti diversi nell’ambito della stessa parete, un errore che potrebbe costare davvero caro in termini di riduzione dell’isolamento finale.

7. Tassellatura di bassa qualità

Per concludere il discorso sugli errori più frequenti, bisogna ricordare anche il procedimento della tassellatura, che consiste di fatto nella realizzazione del rivestimento esterno del cappotto termico.

Innanzitutto una tassellatura di bassa qualità comporta un’estetica peggiore per l’edificio, in secondo luogo determina anche una minor durata del cappotto termico e la conseguente necessità di dover intervenire dopo poco tempo per sistemare il danno e per riportare il cappotto termico a svolgere al massimo il suo ruolo isolante.

L’analisi degli errori più frequenti ci fa comprendere che capita fin troppo spesso di commettere degli sbagli e di spendere denaro per un lavoro che non riuscirà a garantire l’isolamento voluto. In alcuni casi ci si trova costretti ad accontentarsi del lavoro di bassa qualità, in altri invece a spendere ulteriori soldi per riparare al danno.

Per questo motivo sarebbe meglio rivolgersi agli esperti Yougenio per coibentare il tetto: i tecnici specializzati sapranno gestire nel migliore dei modi tutto il processo di realizzazione dell’isolamento, dalla creazione e posizionamento del profilo di partenza fino al procedimento finale di tassellatura.

Tastiere per pc: tipologie e caratteristiche

Le tastiere sono un elemento molto importante nell’assemblaggio di un pc. Infatti, grazie alle tastiere è possibile eseguire diverse operazioni con il proprio computer in modo rapido e preciso. Grazie allo sviluppo del mondo informatico e del mondo tecnologico, oggi sul mercato sono disponibili molteplici tipologie di tastiere. Tuttavia, per scegliere la tastiera più appropriata per il proprio computer occorre considerare diverse caratteristiche. Dunque, è bene considerare quali sono le tastiere più comuni sul mercato odierno e quali fattori tenere in considerazione nella scelta della tastiera da acquistare.

Tipologie di tastiere più ricercate sul mercato odierno
Le tastiere al contrario di quello che si possa pensare, non servono solo per scrivere il testo sullo schermo del PC. Infatti, una delle tastiere più comuni al giorno d’oggi è quella conosciuta come tastiera da gaming. La tastiera da gaming viene utilizzata dai videogiocatori che amano passare il tempo al computer, divertendosi con i propri giochi preferiti. Queste tastiere si distinguono dalle altre comuni in quanto possiedono un design ergonomico ed affascinante. Per chi invece necessita di una scrittura veloce al computer, sono disponibili le tastiere Dvorak che possiedono uno schema unico, dove tutte le lettere più comuni sono disposte nella riga centrale. In questo modo la scrittura viene agevolata e resa semplice e rapida. Per i tradizionalisti invece, ci sono le classiche tastiere QWERTY, quelle di utilizzo più comune. Infine, sono disponibili anche tastiere con retro-illuminazione RGB. Le tastiere con questa speciale caratteristica vengono utilizzate specialmente da chi ama curare al meglio il design ed il look della propria tastiera. Inoltre, le tastiere con retro-illuminazione RGB consentono un migliore utilizzo al buio o in ambienti poco illuminati.

Come scegliere una tastiera?
In primo luogo, è bene scegliere una tastiera in funzione delle proprie necessità. Come già detto, se si vuole giocare ai videogiochi con il proprio computer, è opportuno scegliere una tastiera gaming che offre comodità e sensibilità elevata nei comandi. Una tastiera poi, deve essere resistente e preferibilmente deve durare nel tempo. Per questa ragione è bene scegliere tastiere prodotte da brand internazionali riconosciuti nel mondo intero. Per trovare tastiere di questo tipo a prezzi economici, il consiglio è quello di visitare il sito Iperprice. Iperprice infatti, nell’ampia categorie tastiere mette a disposizione dei clienti strumenti utili ed affidabili prodotti da marchi come Acer, Asus, Cooler Master, Logitech e numerosi altri ancora. Inoltre, una buona tastiera deve offrire anche libertà al proprio utente, come nel caso delle tastiere wireless. Su Iperprice è possibile procurarsi anche questo tipo di ta
stiere, compatibili con qualsiasi tipo di computer, fisso o portatile. Il consiglio dunque, è quello di visitare l’indirizzo web www.iperprice.it/c/194/tastiere, che riporta all’ampia categoria del sito. Scegliendo tra i diversi modelli, Iperprice indirizzerà l’utente sull’e-commerce che mette in vendita al prezzo più basso il prodotto desiderato!

3 caratteristiche di un ottimo sito web

Siete proprietari di un sito web ma non avete certezza che il vostro sito funzioni? È comprensibile: creare un sito web non è assolutamente facile, soprattutto se non si è addetti ai lavori. Il consiglio che ci sentiamo sempre di dare è quello di affidarsi a delle agenzie di web marketing, pratiche ed efficienti. Se la vostra azienda è nel territorio lombardo, ad esempio, potete cercare delle aziende di web marketing agency a Milano e dintorni, che vi aiutino a capire se c’è qualcosa da migliorare nel vostro sito o se funziona così com’è.
Volete fare da soli? Allora leggete questa guida e scoprite quali sono le 3 caratteristiche di un ottimo sito web.

1. Ha una grafica coerente

Un buon sito web deve rappresentare, anche e soprattutto graficamente, l’attività della vostra azienda. Il vostro sito ha un menù a tendina? È completo di foto e video? Se la risposta è no, certamente la sua struttura sarà da rivedere, in quanto poco efficace in termini di competitività. Ricordate: la linea comunicativa di un sito deve essere obbligatoriamente coerente con il vostro brand. Ne va della vostra professionalità.

2. Ha una versione mobile

Attualmente, la maggior parte degli utenti preferisce navigare attraverso il proprio smartphone, piuttosto che dal pc. Il motivo? Comodità, velocità e la possibilità di navigare ovunque ci si trovi. Per questa ragione, è essenziale che il vostro sito web possieda una versione mobile, semplice ed intuitiva. Navigare un sito internet in versione desktop sul cellulare non è solo scomodo ma anche poco utile, soprattutto per gli utenti meno pazienti. Non avete una versione mobile del vostro sito? Allora correte a farla!

3. Sito indicizzato e vanno usati i social

Ogni giorno, circa 3 miliardi di utenti effettuano le ricerche più disparate su Google. Ma come fare per essere trovati dai propri utenti? È necessario indicizzare il proprio sito sui motori di ricerca, affinché si possa essere trovati nel momento in cui un utente effettua una query. Inoltre, è molto importante associare il proprio sito web ad alcuni social network. Creare delle pagine social, permette di coinvolgere cerchie ben precise di utenti e soprattutto rende più semplice aumentare la visibilità del proprio sito web. I social più pertinenti da utilizzare? Certamente Facebook, YouTube e Instagram, che raccolgono una fetta consistente di pubblico, di ogni categoria e genere.