Come combattere l’ansia da esame: 3 metodi pratici

L’ansia da esame è una “patologia” davvero molto diffusa tra gli studenti universitari, sia che si tratti di matricole che giovani navigati. Si manifesta con i sintomi più disparati come sudorazione, tachicardia e nei casi peggiori attacchi di panico. Tra le cause dell’ansia da esame c’è sicuramente una insicurezza di fondo, che porta il soggetto a credere di non potercela fare e di non riuscire a superare questo problema. Tra le altre cose, alla base di questo malessere c’è anche una disistima nei confronti di se stessi, dovuta ad una molteplicità di cause personali e non.
Controllare l’ansia d’esame è possibile? Assolutamente sì. Sarebbe bene rivolgersi ad un professionista in grado di sbrogliare la matassa esistenziale che portate dentro, ma se avete fretta e l’esame è imminente, ecco qualche dritta per sentirvi decisamente meglio.

1. Mai studiare il giorno dell’esame

Studiare il giorno dell’esame è inutile e controproducente. Inutile in quanto non vi aiuta ad apprendere nuove nozioni o a memorizzare un argomento; controproducente perché insinua solo malessere, confusione e, appunto, ansia. Cercate di rilassarvi, sia il giorno prima e il giorno stesso dell’esame. Distraetevi, fate quello che più vi piace, parlate con qualcuno per smorzare la tensione, ma non studiate! D’altronde, quello che è fatto, è fatto, ed è assolutamente inutile tentare di aggiustare il tiro studiando gli argomenti che conoscete meno e che vi fanno sentire insicuri. Per cui, rischiate e come va, va.

2. Accettate la vostra ansia

Va bene, siete dei tipi ansiosi, ma che ci volete fare? Combattere contro le proprie attitudini è davvero molto deleterio per la propria autostima. Cercate di capire da dove ha origine il vostro stress e provate a modificarlo ma al contempo accettarlo. L’ansia può essere qualcosa di davvero fastidioso da provare, ce ne rendiamo conto, ma spesso è in grado anche di scaturire una sorta di protezione verso se stessi e le proprie fragilità. Provate a cambiare mentalità e ad accettare ciò che siete. State pur certi che vi sentirete meglio.

3. Fatevi accompagnare da qualcuno

Avete un esame a breve presso la sede dell’università Romania? Allora fatevi accompagnare da qualcuno di fidato, in modo da sentirvi più tranquilli. Che sia vostra madre, amico, o sorella, vedere una faccia amica prima del momento fatidico può aiutarvi a incoraggiarvi e a prendere meglio la situazione. Delle volte, infatti, parlare con qualcuno aiuta. Permette di smorzare la tensione, di distrarsi e a non pensare all’imminente impegno. Pertanto, fatevi accompagnare da qualcuno e non abbiate paura. Vedrete che riuscirete sicuramente a passare l’esame e tenere sotto controllo la vostra ansia.

Grande Barriera Corallina australiana: come raggiungerla

Se siete amanti dei viaggi avventurosi, non potete perdere una delle mete più affascinanti per gli amanti del mare e degli spazi infiniti, ovvero la Grande Barriera Corallina australiana.
Con i suoi 2300 chilometri di estensione, rappresenta la più grande barriera corallina mondiale ed un capolavoro di colori e specie viventi in cui immergersi nuotare e navigare, godendosi appieno la sua bellezza.

Come raggiungerla

E’ possibile raggiunge la Grande Barriera Corallina australiana con voli internazionali che atterrano all’aeroporto di Cairns, o con voli nazionali interni che raggiungono gli aeroporti di Proserpina (sulla costa delle isole Whitsunday), Hamilton Island o Townsville, la più grande città del Queensland settentrionale, che si trova sulla costa continentale.
I turisti provenienti dall’estero dovranno munirsi di visto turistico per l’Australia che può essere di due tipi a seconda della cittadinanza del richiedente. Esso può essere richiesto con Australia-Eta. Per ulteriori informazioni potete visitare il sito internet www.australia-eta.com

Come richiedere il visto per l’Australia su www.australia-eta.com

Per ottenere il visto di ingresso turistico in Australia è necessario avere un passaporto in corso di validità e con validità residua di almeno 6 mesi, una casella di posta elettronica ed una carta di credito con cui effettuare il pagamento. Il sito Australia-Eta.com vi guiderà poi nella compilazione della richiesta.

Cosa fare e cosa non perdere della Grande Barriera Corallina

A seconda delle vostre possibilità, potrete vivere una grandiosa avventura all’insegna del lusso o in sistemazioni a budget più contenuto, senza per questo rinunciare al fascino dei paesaggi mozzafiato, assistere alle meraviglie della natura o visitare mete curiose ed interessanti.
Ma vediamo quali sono le attività da non perdere assolutamente, visitando la Grande Barriera Corallina.
Per i più spericolati ed avventurosi, un’attività che vi regalerà emozioni indimenticabili è praticare skydiving sull’arcipelago delle Whitsunday Island, uno dei luoghi più pittoreschi del mondo. Istruttori esperti vi accompagneranno in lanci in tandem con il paracadute, e vi permetteranno di godervi durante la discesa una magnifica vista dall’alto delle isole e del mare
cristallino.
Se pianificate il viaggio da Novembre a Marzo, potrete assistere alla magnifica e spettacolare deposizione o schiusa delle uova di tartarughe, eventi unici e molto importanti sul piano ecologico. Un luogo privilegiato per assistere a questo spettacolo è la piccola Heron Island, il cui perimetro si riesce a percorrere in soli venti minuti e dove a poca distanza dalla costa vi sono luoghi fantastici per effettuare anche snorkeling.
A Daydream Island potrete invece nuotare nella Living Reef artificiale e dare da mangiare a simpatiche razze che arriveranno, senza paura, vicino a voi. Questa laguna ospita più di 140 specie di pesci marini ed 83 specie diverse di coralli, ed esperti biologi marini saranno pronti a svelarvi i segreti dei coralli locali e degli esseri viventi in essa presenti, come le stelle marine.

L’apprendimento e-learning e le aziende che lo adottano

Il mondo dei corsi di formazione è sempre più variegato, con corsi pensati per rispondere ad ogni possibile esigenza e per riuscire a dare vita a figure professionali di altissimo livello. Ovviamente con il passare degli anni il mondo dei corsi di formazione è cambiato davvero molto, offrendo soluzioni sempre più all’avanguardia. Si sente, ad esempio, sempre più spesso parlare di apprendimento e-learning, ma di cosa si tratta veramente? Porsi questa domanda è più che giusto visto che la maggior parte delle persone crede che questa tipologia di apprendimento consista semplicemente nell’usufruire di video registrati e di lezioni in differita. Non è affatto così. L’apprendimento e-learning prevede infatti:

  • Lezioni a distanza, in diretta. Non si tratta quindi affatto di video registrati, bensì di dirette streaming che consentono al corsista, grazie ad un sistema audio e video in alta definizione, di sentirsi in aula e di poter anche interagire con il docente e con gli altri corsisti.
  • Risorse multimediali realizzate da esperti del settore. Grazie a queste risorse il corsista può dal proprio computer di casa e in ogni momento lo desideri approfondire tutto ciò che è stato studiato a lezione, facendolo proprio, assumendo su di sé lezione dopo lezione le competenze necessarie per trasformarsi in una figura professionale di alto livello.
  • Esperienza social. Grazie agli appositi strumenti messi a disposizione dei corsisti, è possibile rendere l’apprendimento un’esperienza social, con la possibilità di dare il via, direttamente online ovviamente, a discussioni e scambi di idee. Questo è quanto di più fertile ci possa essere per coloro che devono crescere sia dal punto di vista professionale che dal punto di vista personale.
  • Molte possibilità di comunicazione con il docente. A differenza di ciò che solitamente accade con i corsi di stampo tradizionale, i corsi che hanno luogo online offrono la possibilità di comunicare con il docente via mail oppure direttamente in chat in tempo reale.

L’apprendimento e-learning è quindi davvero molto strutturato, complesso, realizzato con una estrema dovizia di dettagli, la scelta ideale per garantire la trasformazione impeccabile in una figura professionale di alto livello. Ci sentiamo in dovere di sottolineare che questa tipologia di apprendimento offre la possibilità di decidere le date della consegna dei compiti e le date delle verifiche. Grazie a questa soluzione nessuno deve studiare in modo frettoloso e grossolano a causa della mancanza di tempo ed è possibile seguire il proprio personale ritmo di apprendimento. Studiare insomma risulta sicuramente molto più semplice!

Un tempo era difficile riuscire a scovare delle aziende che avessero deciso di adottare questa tipologia di apprendimento, ma oggi per fortuna non è più così. Tra le molte realtà oggi disponibili, vi consigliamo caldamente di scegliere i corsi cef. Il Centro Europeo di Formazione è una realtà infatti leader nel settore della formazione a distanza e offre corsi per diventare segretaria di studio medico, assistente alla poltrona, operatore socio assistenziale, chef, assistente veterinario, consulente di bellezza e molto altro ancora, tutte carriere che sono oggi davvero molto fertili, figure professionali che vengono cercate in modo sempre più intenso.

Come realizzare un buon cappotto termico? Alcuni consigli

Il cappotto termico è una soluzione che si utilizza per isolare la propria casa o un qualsiasi edificio, allo scopo di ridurre il dispendio energetico, con una influenza positiva anche sulla riduzione dell’inquinamento ambientale.

Si tratta di una soluzione molto adottata per l’isolamento ed è utile allora conoscere quali sono i principali errori cappotto termico che dovrebbero essere evitati per essere certi che l’isolamento funzioni al meglio.

1. Dimenticanza del profilo di partenza

La prima cosa da fare per applicare in modo corretto un cappotto termico è posizionare il profilo di partenza. Esso consente di avere una guida per l’applicazione dell’isolamento ed in sua assenza aumenta il rischio di andare incontro ad errori.

2. Errore nel posizionamento del pannello isolante

Un altro errore è quello che si può commettere al momento del posizionamento delle lastre del pannello. Innanzitutto esse dovrebbero essere posizionate partendo dal basso, inoltre esse dovrebbero avere una distanza di almeno 25 cm le une dalle altre.

3. Errore nel riempire le fughe

Attenzione a non dimenticate di riempire le fughe se queste sono più grandi di 2 mm. Se la fuga ha una larghezza fino a 5 mm si consiglia di sfruttare le proprietà isolanti di specifiche schiume sviluppate per questo scopo.

4. Esporre troppo l’EPS grigio

Uno degli errori cappotto termico più comuni è il non corretto utilizzo dell’EPS grigio e nello specifico una sua esposizione eccessiva.

Questo materiale isolante è infatti più delicato rispetto ad altri disponibili in commercio. A questa maggiore fragilità deve corrispondere anche una cura maggiore nel suo utilizzo.

5. Rete di armatura non incollata correttamente

La rete di armatura del cappotto termico deve essere posizionata ed incollata in modo corretto per ottenere un effetto finale ottimale. L’errore che si commette più di frequente è non eseguire la seconda rasatura, una dimenticanza che porta ad un isolamento di qualità inferiore rispetto a quanto ci si aspetterebbe.

Meno di frequente, ma capita anche questo, viene dimenticata la prima rasatura. Anche in questo caso il risultato finale è un isolamento peggiore del previsto.

6. Materiali isolanti diversi

Quando si parla degli errori cappotto termico, uno dei peggiori è quello di utilizzare dei materiali isolanti diversi per la realizzazione dell’isolamento. Il motivo risiede nel fatto che materiali isolanti diversi hanno caratteristiche differenti, soprattutto per quanto riguarda la loro capacità di adattamento a degli stress tensionali e a degli stress termici.

Proprio per questa ragione non bisognerebbe mai scegliere di utilizzare degli isolanti diversi nell’ambito della stessa parete, un errore che potrebbe costare davvero caro in termini di riduzione dell’isolamento finale.

7. Tassellatura di bassa qualità

Per concludere il discorso sugli errori più frequenti, bisogna ricordare anche il procedimento della tassellatura, che consiste di fatto nella realizzazione del rivestimento esterno del cappotto termico.

Innanzitutto una tassellatura di bassa qualità comporta un’estetica peggiore per l’edificio, in secondo luogo determina anche una minor durata del cappotto termico e la conseguente necessità di dover intervenire dopo poco tempo per sistemare il danno e per riportare il cappotto termico a svolgere al massimo il suo ruolo isolante.

L’analisi degli errori più frequenti ci fa comprendere che capita fin troppo spesso di commettere degli sbagli e di spendere denaro per un lavoro che non riuscirà a garantire l’isolamento voluto. In alcuni casi ci si trova costretti ad accontentarsi del lavoro di bassa qualità, in altri invece a spendere ulteriori soldi per riparare al danno.

Per questo motivo sarebbe meglio rivolgersi agli esperti Yougenio per coibentare il tetto: i tecnici specializzati sapranno gestire nel migliore dei modi tutto il processo di realizzazione dell’isolamento, dalla creazione e posizionamento del profilo di partenza fino al procedimento finale di tassellatura.

Misurazione industriale: caratteristiche e tipologie

La misurazione, soprattutto se effettuata a livello industriale, è un processo minuzioso ed accurato che non ammette errori. Settori come la siderurgia, la metallurgica ecc. prevedono l’utilizzo di macchinari professionali dediti alla misurazione di materie prime e minerali. Proprio per questo, sia in ambito industriale che professionale, è necessario affidarsi a dei veri esperti del settore che riescano a coniugare innovazione e qualità all’interno del loro servizio.

PAVONE SISTEMI: UNA REALTÀ TUTTA ITALIANA

La Pavone Sistemi, azienda leader dal 1963, opera efficacemente al servizio di ogni settore per offrire sistemi di misurazione e strumenti dall’impeccabile qualità. L’azienda infatti, opera da molti anni al servizio dei più svariati settori d’impiego tramite il rifornimento di attrezzature professionali come bilance, piattaforme, strumenti di dosaggio e strumenti per la pesatura dinamica. I loro prodotti nascono da un attento studio nei confronti delle esigenze dei propri clienti, sia italiani che internazionali, al fine di garantire loro dei servizi di pesatura più che professionali. Grazie alla costante ricerca di materiali e tecnologie innovative, pavonestistemi.it si configura ad oggi come uno dei massimi esponenti e rifornitori di attrezzatura di misurazione e pesatura a livello industriale.

BILANCE E PIATTAFORME: I MIGLIORI STRUMENTI PER UNA PESATURA PROFESSIONALE

All’interno del campionario di strumentazione venduto da Pavone Sistemi vi sono tutti gli strumenti necessari per effettuare misurazione e pesatura in modo semplice ed innovativo. L’azienda dispone di innumerevoli macchinari quali:

– trasmettitori di peso;
– strumenti di dosaggio;
– indicatori di peso;
– bilance su nastro
– regolatori di portata a perdita di peso;
– nastri pesatori/dosatori per ogni tipo di serie;
– strumenti per il controllo peso di fine linea;
– celle di carico;
– cavi di sistemi per pesatura e stampanti;
– sistemi tensiometrici BLH NOBEL.

I sistemi di pesatura e misurazione venduti dalla ditta sono tutti accuratamente testati e realizzati esclusivamente tramite l’impiego di materiali di primissima qualità. Infatti, tutti gli strumenti ed i macchinari venduti sono stati appositamente studiati per soddisfare ogni tipo di esigenza e per garantire ai propri clienti il perfetto supporto per le loro misurazioni.

DAL PETROLCHIMICO ALLA SIDERURGIA

Pavonesistemi.it offre una gamma di attrezzature compatibili con le richieste dei settori più quotati sul mercato: dall’industria petrolchimica all’industria alimentare, dal settore chimico farmaceutico alla plastica, c’è ben poco che i prodotti venduti e realizzati dalla ditta non possano soddisfare. L’obiettivo dell’azienda è quello di offrire sul mercato prodotti in grado di effettuare pesature sicure e ripetibili in ogni circostanza. La sicurezza è infatti uno dei punti cardine dell’azienda che, consapevole delle richieste e delle necessità industriali, garantisce tramite l’impiego dei suoi strumenti misurazioni verificate, precise ed impeccabili ad ogni nuova pesatura. Inoltre, grazie al team professionale e qualificato vi sarà possibile richiedere tutte le informazioni necessarie per procedere all’acquisto in modo sicuro e senza impegno. Affidabilità, sicurezza e professionalità sono da semp
re le caratteristiche di quest’azienda il cui interesse primario sono le esigenze dei propri consumatori.

Tastiere per pc: tipologie e caratteristiche

Le tastiere sono un elemento molto importante nell’assemblaggio di un pc. Infatti, grazie alle tastiere è possibile eseguire diverse operazioni con il proprio computer in modo rapido e preciso. Grazie allo sviluppo del mondo informatico e del mondo tecnologico, oggi sul mercato sono disponibili molteplici tipologie di tastiere. Tuttavia, per scegliere la tastiera più appropriata per il proprio computer occorre considerare diverse caratteristiche. Dunque, è bene considerare quali sono le tastiere più comuni sul mercato odierno e quali fattori tenere in considerazione nella scelta della tastiera da acquistare.

Tipologie di tastiere più ricercate sul mercato odierno
Le tastiere al contrario di quello che si possa pensare, non servono solo per scrivere il testo sullo schermo del PC. Infatti, una delle tastiere più comuni al giorno d’oggi è quella conosciuta come tastiera da gaming. La tastiera da gaming viene utilizzata dai videogiocatori che amano passare il tempo al computer, divertendosi con i propri giochi preferiti. Queste tastiere si distinguono dalle altre comuni in quanto possiedono un design ergonomico ed affascinante. Per chi invece necessita di una scrittura veloce al computer, sono disponibili le tastiere Dvorak che possiedono uno schema unico, dove tutte le lettere più comuni sono disposte nella riga centrale. In questo modo la scrittura viene agevolata e resa semplice e rapida. Per i tradizionalisti invece, ci sono le classiche tastiere QWERTY, quelle di utilizzo più comune. Infine, sono disponibili anche tastiere con retro-illuminazione RGB. Le tastiere con questa speciale caratteristica vengono utilizzate specialmente da chi ama curare al meglio il design ed il look della propria tastiera. Inoltre, le tastiere con retro-illuminazione RGB consentono un migliore utilizzo al buio o in ambienti poco illuminati.

Come scegliere una tastiera?
In primo luogo, è bene scegliere una tastiera in funzione delle proprie necessità. Come già detto, se si vuole giocare ai videogiochi con il proprio computer, è opportuno scegliere una tastiera gaming che offre comodità e sensibilità elevata nei comandi. Una tastiera poi, deve essere resistente e preferibilmente deve durare nel tempo. Per questa ragione è bene scegliere tastiere prodotte da brand internazionali riconosciuti nel mondo intero. Per trovare tastiere di questo tipo a prezzi economici, il consiglio è quello di visitare il sito Iperprice. Iperprice infatti, nell’ampia categorie tastiere mette a disposizione dei clienti strumenti utili ed affidabili prodotti da marchi come Acer, Asus, Cooler Master, Logitech e numerosi altri ancora. Inoltre, una buona tastiera deve offrire anche libertà al proprio utente, come nel caso delle tastiere wireless. Su Iperprice è possibile procurarsi anche questo tipo di ta
stiere, compatibili con qualsiasi tipo di computer, fisso o portatile. Il consiglio dunque, è quello di visitare l’indirizzo web www.iperprice.it/c/194/tastiere, che riporta all’ampia categoria del sito. Scegliendo tra i diversi modelli, Iperprice indirizzerà l’utente sull’e-commerce che mette in vendita al prezzo più basso il prodotto desiderato!